IDF ( Intelligent Data Fusion)

reti-neuraliLa I&SI, a fronte di precise istanze del proprio mercato di riferimento (sistemi di sicurezza integrata mirati alla protezione di infrastrutture critiche e grandi strutture di Classe “Enterprise” distribuite su territorio nazionale ed internazionale) ha da tempo avviato un percorso d’innovazione dell’approccio sistemistico e progettuale dei sistemi di sicurezza con obiettivi di evoluzione e miglioramento delle prestazioni ampiamente coincidenti con le aspettative dei propri clienti. Il percorso avviato, per le sue forti caratteristiche d’innovazione, ha richiesto la completa ridefinizione dell’approccio tradizionale alla progettazione dei sistemi di sicurezza ridisegnando puntualmente tutti gli aspetti funzionali delle singole componenti e sottosistemi.

Il nuovo modello si basa sull’introduzione di un appliance basato sull’ IA (Artificial Intelligence) che supera il concetto di “protezione basata su sensori puntuali” implementando quella che può definirsi una “Protezione di area” basata sul posizionamento strategico di telecamere termiche a lungo raggio, sensori volumetrici e sistemi di protezione di vaste aree quali LIDAR.

Questo modello progettuale, prevede anche la sostanziale riduzione del numero degli apparati necessari rispetto ai sistemi tradizionali, ottenendo sia un aumento delle prestazioni sia una rilevante riduzione dei costi e dei tempi di realizzazione, l’appliance quindi sarà equipaggiato con il software IDF (“Intelligent Data-Fusion”) di I&SI  in grado di trasformare i dati ricevuti in una informazione qualificata e certa, con questa soluzione si vuole arrivare ad una “situational awareness specifica del sistema di sicurezza che diventa “intelligente” perché in grado di percepire dagli elementi specifici che lo compongono (sensori, telecamere, etc) e da quelli ambientali (meteo, livello di allerta) il significato di un evento notificandolo al centro di controllo  come un informazione di allarme certificata

La I&SI, consapevole dell’innovazione rappresentata dall’applicazione dell’IA al settore della sicurezza, ha integrato le proprie competenze acquisendo risorse altamente specializzate provenienti da ambienti universitari e della ricerca, ed in tal senso ha altresì formalizzato specifici accordi di collaborazione con Dipartimenti universitari e start-up innovative.

Comments are closed